Cosa ben distinta, è la richiesta dell'attivazione Mes “sanitario”, di cui non si parlerà all'Ecofin. Delrio: "Il fatto che alcuni parlamentari non intendano accettare questa modifica mette a rischio la maggioranza, soprattutto al Senato" di Federica Valenti. L'impatto su consumi e investimenti, Con il nuovo scostamento di bilancio cresce il conto della pandemia. Stando ai numeri ufficiali dei gruppi che al Senato sostengono il governo, oltre ai 95 di M5S, fanno parte della maggioranza 35 senatori del Partito democratico, 17 di Italia viva, 5 di Liberi e uguali, 2 di Maie e 6 delle Autonomie. Esiste una soluzione?Â. Senato, maggioranza a rischio: ecco chi è l’ago della bilancia A Palazzo Madama dopo le fuoriuscite dei 5 Stelle i numeri sono risicati. Clizia Incorvaia, sapete chi è sua cugina? L’avvicinarsi di maggioranza e opposizioni, infatti, sta alimentando le speranze di chi non ha ancora rinunciato all'idea di un governissimo, e sta innervosendo il M5S, costringendo il premier Giuseppe Conte ad una navigazione a vista. I nodi da sciogliere in Parlamento, con l’ombra di un rimpasto che torna a concretizzarsi, da qui alle prossime settimane non mancheranno. «La riforma del Mes - sarà il suo ragionamento, che lo vede in linea con Conte - punta a rafforzare ulteriormente quella che è una sorta di assicurazione per gli Stati e consentire di avere un altro pilastro dell'Unione bancaria, come il common backstop che l'Italia ha sempre visto come uno sviluppo positivo». Va affrontato pubblicamente, perché si potrà ripetere in futuro”. Nel provvedimento di ottobre saltano le multe milionarie alle ong che fanno soccorsi in mare e si amplia il sistema di accoglienza, introducendo la protezione speciale al posto di quella umanitaria. Sulla riforma del fondo salva-Stati (con l'Ue che attende il sì dell'Italia in occasione del prossimo Ecofin del 30 novembre) la maggioranza resta divisa. La maggioranza giallo-rossa sembrava essere riuscita ad archiviare le politiche sulla sicurezza di Matteo Salvini, mancando solo il voto del Senato. Il Mes “spezza” il M5s: in Senato maggioranza a rischio. Settembre 29, 2020 NEWS Scrivi un commento 2,910 Visite Roma - Secondo i calcoli del Corriere della Sera si arriverebbe a 163, soltanto due oltre il livello minimo Nell’immediato, d’altro canto, la maggioranza è chiamata subito a un’altra prova di tenuta. Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek. Andre Giove-04/09/2019. La maggioranza parlamentare a Palazzo Madama è sempre più a rischio. Così il capogruppo Pd alla Camera Graziano Delrio a Radio InBlu. Lo sarà sul voto di fiducia atteso alla Camera sul decreto sicurezza. Il decreto sicurezza bis sta per diventare legge. Il fatto che alcuni parlamentari non intendano accettare questa modifica mette a rischio la maggioranza, soprattutto al Senato – dice chiaro Delrio. Il capogruppo dei renziani, Davide Faraone, si sfila. Ma la tenuta della maggioranza è in bilico. 27/06/2020 / 42 views Federico Giuliani. Era composta da 171 onorevoli nel giugno 2018 nei premi mesi del governo Conte. Nuova maggioranza a rischio in Senato - Numeri tutt'altro che rassicuranti per la nascente maggioranza Pd-5stelle che sulla carta conta su 158 senatori. Sono molte le votazioni a rischio in un’estate che per Conte potrebbe rivelarsi davvero di fuoco. Paolo Romani, di «Cambiamo» (il Movimento di Giovanni Toti) spiega, infine: “Io credo che il premier Conte dovrebbe andare dal capo dello Stato e affrontare il problema. Ma c’è una deadline oltre la quale il premier non può andare: il 9 dicembre, quando Conte riferirà in Parlamento sul vertice europeo del giorno dopo. ... proprio per evitare di innescare una reazione a catena capace di far tracimare la maggioranza al Senato. Scostamento di bilancio, centrodestra vota a favore. Il voto unanime allo scostamento di bilancio, sulla scia dell’emergenza Covid, ha segnato uno spartiacque. Il centrodestra è compatto nell’opporsi alle modifiche varate dal governo. A22: Lega, maggioranza e governo mettono a rischio investimenti su territorio. Sono le assenze per il Covid a pesare sul voto per lo scostamento di bilancio. App disponibile su:Google Play App store, P.I. Così, almeno per i voti ordinari, la situazione è migliorata. “Come Lega, abbiamo proposto un emendamento al Decreto Ristori che, in vista della scadenza del prossimo 29 dicembre, autorizzasse una estensione di altri sei mesi della concessione della A22 e promuovesse la costituzione di un tavolo tecnico tra tutte le realtà coinvolte per trovare […] ... Maggioranza a rischio in Senato… Giuseppe Conte è stretto tra due fuochi. aggiornato alle … La Giunta per il regolamento della Camera è intervenuta e ha deciso di considerare in «missione»  quindi assenti giustificati i deputati impossibilitati a esserci. Mes: maggioranza a rischio? Erano 7-8 qualche giorno fa e nessuno può sapere se aumenteranno o diminuiranno entro il voto di giovedì. Una situazione al limite che inquieta non poco e ha fatto sperare la maggioranza in un aiuto di Forza Italia. Il 9 dicembre il Parlamento sarà chiamato ad esprimersi sulla riforma del Meccanismo Europeo di Stabilità (Mes), un tema che da sempre crea tensioni nella maggioranza: se il Movimento Cinque Stelle, da sempre contrario, esprimerà un voto differente … Alla Camera la questione nei giorni scorsi era stata affrontata, dopo che per due volte era mancato il numero legale sul voto per la proroga dello stato di emergenza fino al 31 gennaio del 2021. Mercoledì, dalle 16, si comincia alla Camera, giovedì sarà il turno del Senato. Conte verso il sì ma in Senato sette grillini sono pronti a lasciare la maggioranza. Una mossa che potrebbe mettere a rischio la stessa maggioranza di governo. 00777910159 Dati societari © Copyright Il Sole 24 Ore Tutti i diritti riservati Per la tua pubblicità sul sito:  Websystem Informativa sui cookie Privacy policy, Dal Mes al decreto sicurezza, in parlamento raffica di voti a rischio per la maggioranza. Ma malumori serpeggiano anche nella maggioranza in casa M5s. 27/06/2020 / 53 views Giuseppe Conte è stretto tra due fuochi. Il fatto che alcuni parlamentari non intendano accettare questa modifica mette a rischio la maggioranza, soprattutto al Senato”. Ma resta l’incognita sui numeri e sulla effettiva presenza di 316 deputati della maggioranza. ... Il Senato torna a votare questa mattina la fiducia al decreto che accorpa le elezioni regionali ed il referendum per il taglio dei parlamentari alla data del 20 settembre, dopo che ieri è mancato il numero legale per farlo. Era la prima tronista di Uomini e Donne, oggi dopo 20... Estrazione SiVinceTutto 16 dicembre : numeri vincenti, Million Day cinquina vincente 16 dicembre oggi estrazione, VinciCasa numeri vincenti oggi 16 dicembre estrazione. Una... Maggioranza a rischio in Senato, martedì per lo scostamento di bilancio, Genitori trattati come ‘bancomat’ e figli violenti: gli arresti, Laura Salvo perde la vita a 21 anni: fatale il suo ultimo rally, Bollettino coronavirus 16 dicembre, i primi dati: l’aggiornamento alle 17, “Mio figlio è gay, spezzagli le dita”: assolda picchiatore per rovinare la carriera al chirurgo, Giallo di Firenze, continuano le macabre scoperte: quarta valigia rinvenuta. Fo I dissidenti in Senato sarebbero intenzionati a non partecipare al voto sul Dl sicurezza: quando questi approderà in aula. Mettendo insieme i pezzi di questi ultimi giorni concitati, appare evidente che qualcosa non va tra Luigi Di Maio e Giuseppe Conte . Perché la maggioranza, anche se nel modo più soft possibile, dovrà dare mandato al presidente del Consiglio di portare a Bruxelles il via libera alla riforma del Mes. Ma stavolta è diverso. Se non si presenteranno il proveddimento verrà approvato. E quando arriverà al Senato, dove la maggioranza ha numeri risicati, l'insofferenza di una parte dei Cinquestelle ne metterà ancora più a rischio l’approvazione. In Senato maggioranza a rischio. Decreti sicurezza, approvazione a rischio al Senato ROMA - Il decreto immigrazione torna a rischio. Pinterest. Ma non è detto che gli effetti siano tutti positivi per l'esecutivo. Solo ventiquattr'ore fa è stato approvato dalla Camera dei deputati, dove era arrivato dopo più di un anno di stop and go, ritardi e limature, malumori dei grillini e testo riscritto dal Viminale. Mentre il pacchetto di sostegni, indennizzi e proroghe fiscali deve assolutamente superare l'esame del Parlamento entro il 27 dicembre, data di scadenza del primo decreto Ristori, al quale si è già accodato il Dl bis ed è pronto ad agganciarsi nelle prossime ore il “ter”, che sarà poi seguito dal Dl quater. Clizia Incorvaia ha una cugina molto famosa, protagonista, in qualità di dama, del trono over di Uomini e Donne. Maggioranza in bilico al Senato: le assenze per Covid mettono a rischio il governo ... La maggioranza avrebbe al Senato 168 voti, ma vanno considerati i cinque assenti. politica 05.08.2019. embed; Risoluzione desiderata: I numeri della maggioranza sono stretti, all'interno dei 5 stelle cresce la fronda e qualcuno potrebbe disertare il voto. Come curare le ferite economiche durature prodotte dal coronavirus? Lo scostamento è solo il primo, in ordine temporale, degli scogli che la maggioranza sarà chiamata a superare fino a fine anno. Per scongiurare l’esercizio provvisorio la manovra va approvata, come è noto, entro il 31 dicembre. E quando arriverà al Senato, dove la maggioranza ha numeri risicati, l'insofferenza di una parte dei Cinquestelle ne metterà ancora più a rischio l’approvazione. ... Mes, Italia viva non firma la risoluzione e al Senato la maggioranza va in frantumi. La questione è politica ma anche istituzionale e pesa sul voto che si annuncia mercoledì e giovedì sulla Nadef, la Nota di aggiornamento del documento di economia e finanza, e soprattutto sullo scostamento di bilancio. Una strada che non è detto Berlusconi scelga di perseguire, anche perché rischierebbe di spaccare i suoi gruppi,soprattutto al Senato. A conti fatti mancano alla maggioranza almeno da 5 a 12 voti per riuscire a far passare il Mes in Senato se da Forza Italia non arriveranno aiuti. Maggioranza a rischio al Senato. La fuga di parlamentari e il calo di consensi della base M5S alla linea Di Maio mettono a rischio la maggioranza; è possibile una prossima crisi di governo. Manca solo il passaggio in Senato e poi il provvedimento anti-ong, com’è stato definito da più parti, sarà ufficiale. Nel fine settimana i deputati ancora in isolamento fiduciario erano scesi a 28. Il Pd, a partire dal segretario Nicola Zingaretti, nega che si tratti di un primo passo verso un allargamento della maggioranza o addirittura un governissimo (senza Conte). Perché se per la Nadef è sufficiente la maggioranza semplice, per lo scostamento di bilancio ne serve una qualificata, a prescindere da assenti e presenti. Nel fine settimana i deputati ancora in isolamento fiduciario erano scesi a 28. Una parte del movimento non condivide la linea più morbida sul tema immigrazione. Maggioranza a rischio in senato! Ma non è detto che basti ai pentastellati (da sempre contrari all’attivazione del Mes sanitario), tra i quali anche solo parlare della riforma crea tensione. Il prossimo step dovrebbe essere, nelle intenzioni dei “pontieri”, il sì di Forza Italia alla manovra. Si tratta di Paola Nugnes, Gregorio De Falco, Elena Fattori e Matteo Mantero. Il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri è atteso lunedì per un’informativa alle commissioni parlamentari. Quattro senatori, tra pd e cinque stelle sono risultati con tampone positivo e uno in isolamento. Altri tre via dai Cinquestelle: questa volta sono nomi davvero pesanti. Ma stavolta è diverso. WhatsApp. Gli effetti del voto sullo scostamento vanno però oltre il Mes. Il Mes "spezza" il M5s: in Senato maggioranza a rischio Conte verso il sì ma in Senato sette grillini sono pronti a lasciare la maggioranza Federico Giuliani - Sab, 27/06/2020 - 11:01 Da una parte c'è la necessità di risollevare l'economia italiana affidandosi agli aiuti messi sul piatto dall'Unione europea, Fondo salva-Stati compreso; dall'altra il premier deve fare in modo che il Movimento 5 Stelle non scuota la maggioranza in Senato. Il futuro del Mes si deciderà a metà luglio in Parlamento. Il provvedimento varato dal governo il 5 ottobre per superare i cosiddetti decreti Salvini, rischia di essere un nuovo terreno di scontro. “Noi – spiega – siamo sempre disposti a mediazioni e a tenere unita la maggioranza ed il governo, ma non è possibile che non si … Un emendamento appoggiato dal centrodestra ma bocciato dalla maggioranza. Il Mes “spezza” il M5s: in Senato maggioranza a rischio. Tanto più se alle assenze per Covid si dovesse sommare un nuovo blitz delle opposizioni. Maggioranza a rischio, si va verso il voto di fiducia. Altri grillini in uscita, maggioranza a rischio . Il fatto che alcuni parlamentari non intendano accettare questa modifica mette a rischio la maggioranza, soprattutto al Senato”. Eppure, protestano dal Partito democratico, allo scostamento di bilancio, che è un atto politico che riguarda il futuro del Paese, Forza Italia ha già votato a favore in passato. Facebook. Alla Camera è cominciata la partita decisiva sulla legge di bilancio mentre il Senato è alle prese con il pacchetto Ristori, che verrà completato con il decreto quater. Le assenze giustificate non fanno diminuire il quorum, che rimane bloccato a 161. L’ex 5Stelle Riccardi passa alla Lega. Ma prima c’è il bivio del Mes. Ecco di chi si tratta. Si tratta di una ventina di deputati pentastellati che hanno cercato inutilmente di far approvare in Commissione Affari costituzionali della Camera alcuni emendamenti restrittivi, come quello che prevedeva che «in ogni Regione il numero di Centri permanenza e rimpatrio non può essere inferiore a uno».

Gradi Marina Mercantile Wikipedia, Rachele Mussolini Figlia Di Romano Età, Prove Libere F1, Chi Sceglie Il Correlatore, Frasi Sui Soldi In Inglese, Medioevo Storia Di Voci, Racconto Di Immagini Recensione, Barcellona-real Madrid Dazn Quale Canale, Classifica Under 21 Serie A, Fondazione Mach Amministrazione Trasparente, Surat Al Baqarah Mp3, The Nice Intermezzo, Baby K Come No Karaoke,